Percorso “Intercultura” scuole

Progetto di “Educazione alla Cittadinanza Mondiale”

8260273

Queste pagine costituiscono la risorsa WEB a disposizione degli insegnanti italiani per l’attuazione del nostro Progetto Intercultura nelle loro classi; riuniscono e organizzano in un percorso organico i temi geografici, storici, culturali e sociali che consentono di sviluppare il progetto di Educazione alla cittadinanza mondiale Jeneba’s Mates” fruibile nell’ambito delle classi della scuola primaria e secondaria.

L’associazione mette a disposizione le risorse WEB gratuitamente alle scuole, agli istituti comprensivi, alle insegnanti interessate.

Ci attiviamo in Italia ed in Sierra Leone per la realizzazione dei progetti proposti dalle insegnanti coinvolte nel progetto.

Finalità del progetto in poche righe.

931209_663414987017923_1255113078_n

Le finalità dell’associazione sono quelle di sviluppare il pensiero critico, stimolare un atteggiamento consapevole delle profonde differenze sociali, culturali e storiche tra la parte ricca e quella povera del pianeta; permette inoltre agli studenti la realizzazione di azioni concrete di solidarietà e Pace a favore dei bambini e degli studenti della Sierra Leone.

Il progetto che troverete è stato inserito con successo e partecipazione in diversi P.O.F. e P.O.F.T. delle scuole italiane oppure avviato autonomamente da molte insegnanti coinvolte dal nostro modo di fare intercultura, grazie alla libertà didattica di cui dispongono.

Progetto Educazione alla cittadinanza mondiale Jeneba’s Mates:

download-icon.273921f460a0c6119fe317a1393d1ce1

clicca sull’icona per scaricare il progetto

Modalità di sviluppo del progetto di intercultura.

Racial-Prejudice

Negli incontri che realizziamo all’interno delle classi, con la collaborazione delle insegnanti, realizziamo un ponte tra la realtà dell’adolescenza italiana e quella dei bambini della Sierra Leone, attraverso un insieme di stimoli cognitivo-emozionali, integrando storia, geografia, economia, tradizioni, contatto e conoscenza diretta di insegnanti e bambini della Sierra Leone e della realtà nella quale vivono, ponendo le basi per una comprensione consapevole dei processi che stanno alla base degli episodi di intolleranza, pregiudizio e discriminazione. Favoriamo quindi lo sviluppo di atteggiamenti pro-sociali e solidali. Stimoliamo il pensiero critico, la riflessione e la conseguente voglia di reagire alle ingiustizie sociali.

Proponendo alla classe i contenuti multimediali offerti da queste pagine attraverso una lavagna interattiva multimediale (LIM) o un semplice sistema PC/video, gli insegnanti delle scuole che attuano questo progetto, anche in autonomia, possono facilmente trattare i diversi argomenti relativi alla Sierra Leone, il paese nel quale si svolgono le attività di cooperazione internazionale e interculturali dei Compagni di Jeneba-ONLUS”.

Alcune video-lezioni, favoriranno il progetto.

Il percorso, sviluppato su più pagine del sito, offre ulteriori informazioni e approfondimenti nei seguenti ambiti:
  1. Le dinamiche delle migrazioni dei popoli.
  2. La Sierra Leone: storia del paese; la guerra dei diamanti, il lavoro e l’economia.
  3. Gli aspetti sociali e culturali della Sierra Leone.
  4. Miti e leggende della Sierra Leone in lingua inglese.

Un “Viaggio virtuale all’interno del villaggio di Goderich,” riuscirà a far vivere nelle immagini, nei rumori e nelle voci dei sierraleonesi, la realtà come “se ci fossi dentro”.

La “Biblioteca WEB per le scuole” offrirà altre risorse per avviare lavori di studio in aula.

Il corso “Educazione alla Pace attraverso la musica”, potrà coinvolgere le classi in modo partecipato e di alto livello educativo.

Fasi

Prima di avviare un progetto di intercultura, è consigliabile approfondire la terminologia ed i concetti propri dell’argomento. Nella pagina troviamo le definizioni ed i significati utili.

nbgGuida propedeutica all’interculturalità.

La padronanza dei significati e della terminologia è indispensabile per affrontare l’interculturalità in chiave scientifica.

nbgWikipedia-Intercultura

L’importanza dell’educazione al patrimonio in chiave interculturale è stata ribadita a chiare lettere non solo dall’Unione Europea ma anche da altri organismi transnazionali come l’Unesco, l’International Council of Museums e l’International Council on Monuments and Sites.

Iniziamo a conoscere l’Africa

L’Africa, attraverso GAPMINDER.

GA_REGapminderGrab503

Gapminder è una associazione no-profit svedese che, attraverso studi avanzati di statistica e tecnologie multimediali, studia e propone le realtà sociali delle diverse nazioni di tutto il mondo, mettendo in relazione i dati rilevati e studiandone le correlazioni. In questo caso ci soffermiamo sulla correlazione tra “reddito medio” ed “aspettativa di vita”. Le nazioni africane sono praticamente tutte all’ultimo posto. Il reddito medio di una popolazione inoltre è correlato positivamente con il tasso di alfabetizzazione, per cui quest’ultimo è direttamente correlato all’aspettativa di vita. Osserva la cartina ed interpreta il grafico alla luce di quanto descrive.

Cercate l’Italia e la Sierra Leone nell’immagine sotto.

Gapminder

Clicca quì per scaricare la nuova mappa Gapminder-World-2012
Link al sito Gapminder: www.gapminder.org

Esercizio dal sito Gapminder: evidenziate i due paesi: “Sierra Leone ed Italia”, comparate i diversi valori e riflettiamo sulle considerazioni più evidenti.

Colonizzazione dell’Africa.

La progressiva colonizzazione europea in africa negli anni a cavallo del 19° secolo.

http://it.wikipedia.org/wiki/Storia_del_colonialismo_in_Africa

Africa_1885_map Africa_1914_map

280px-Africa_1939

 

Multimedia/Sierra Leone

Prima di entrare nel villaggio, per le classi 4 e 5 delle scuole primarie e per le scuole secondarie, è consigliabile la visione di questo documentario, che rappresenta in 8 minuti la situazione politico-economica che ha portato la Sierra Leone agli ultimi posti al mondo per lo sviluppo sociale.

Blood diamonds; la tragica storia della Sierra Leone dal 1991 al 2001. Un paese distrutto dalla guerra per i diamanti. L’uso dei bambini soldato ed i motivi della guerra e le sue tragiche conseguenze sociali.

Lezione multimediale sulla Sierra Leone.

Il viaggio verso la Sierra Leone, integrabile con il viaggio virtuale, fornisce una rappresentazione abbastanza completa della realtà sociale nella quale si trova il villaggio di Goderich, dove si svolgono le attività di cooperazione internazionale della nostra associazione.

Lez.1

Ora dovresti essere in grado di rispondere alle seguenti domande:

  • Perchè molte nazioni africane hanno i confini così netti ?
  • Perchè nel 1991 è scoppiata una rivolta in Sierra Leone ?
  • Qual’è il risultato della distruzione o impoverimento della scuola ?

Riflessioni generali.

  • Cosa potrebbero fare i governi per migliorare la situazione.
  • Cosa potrebbero fare i cittadini.
  • Cosa potresti fare tu.

 

Il COLTAN

Ma cos’è il Coltan?

Il coltan è un minerale così prezioso da aver visto il suo prezzo sul mercato aumentare di più del 600% in appena 4 anni: è un minerale sempre più presente e sempre più ricercato; è una sabbia nera, debolmente radioattiva, formata dai minerali colombite e tantalio.

E’ il tantalio appunto, estratto dal Coltan, il metallo raro, usato per aumentare la potenza degli apparecchi riducendo il consumo di energia.

Il Tantalio è diventato un elemento necessario quindi all’industria elettronica dell’ultimo decennio.

I principali motivi di conflitto nella Repubblica Democratica del Congo sono diventati l’accesso a cinque risorse di prima importanza- tra cui la colombotantalite, i diamanti e l’oro – nonché il controllo ed il commercio di queste materie“: questo è il primo punto delle conclusioni degli esperti ONU.

L80% delle riserve mondiali di coltan si trovano in Africa e l’80% di queste sono in Congo: ecco perché la storia del coltan si lega in maniera indissolubile alla Repubblica Democratica del Congo, unico paese al mondo a possedere riserve di tantalio immediatamente utilizzabili.

Il CONGO è oggi il paese più povero del mondo. Vedi gli studi GAPMINDER sopra.

Un documentario sul Coltan crea la migliore consapevolezza di quello che oggi è lo sfruttamento più disumano di risorse e di uomini e bambini.

Kabò

dott.Massimo Fanelli

Presidente missionario

Pagina in continuo aggiornamento; puoi chiedere informazioni specifiche scrivendo a: info@compagnidijeneba.org